Theme Settings

Mode Layout
Theme color
Choose your colors
Background Color:
Reimposta

Cipolle Dorate


0,49 €

Descrizione:

È tra i bulbi più usati in cucina. La parte commestibile della pianta è il bulbo, del quale si consumano le squame, dette tuniche, crude oppure cotte. Ingrediente indispensabile dei soffritti, si mangia anche cruda nelle insalate.
La cipolla dorata, dal colore giallo dorato acceso, è forse la più versatile, ottima un po' per tutti gli usi di cucina: per soffritti, cotta e anche cruda. Sopporta bene cotture anche molto lunghe come quelle per soffritti o minestre.

Curiosità:
Le cipolle contengono: enzimi che stimolano la digestione e il metabolismo; Si tratta di un alimento che agisce sull'organismo in modo veramente positivo, con svariati effetti: antibiotico, espettorante, diuretico e depurativo, tonificante dell'apparato digerente, ipoglicemizzante.

Peso
Quantità

Ti andrebbe un consiglio per una ricetta sfiziosa con le nostre Cipolle Dorate?

                                    

La Confettura di Cipolle Dorate!

Vi piace abbinare il miele ai formaggi? Ebbene, vi propongo una valida alternativa, ossia la confettura di cipolle dorate dal sapore dolce che, come il miele, può accompagnare formaggi molto stagionati, semi stagionati, arrosti di carne o di pesce, ma può essere gustata anche da sola sulle bruschette. Le cipolle vengono usate sia in cucina- per l’aroma ed il sapore che conferiscono a tutte le pietanze- sia in medicina, per le loro proprietà terapeutiche.

                           

Ingredienti:

                              

 1 kg Cipolle dorate

500 g Zucchero

4 foglie di Alloro

1 bicchiere d'acqua

1 g Sale fino

                       

Preparazione:

                      1. Puliamo le cipolle, eliminando la sottile tunica esterna dorata, tagliamole a spicchi o a fettine sottili e mettiamole in una capiente pentola, insieme allo zucchero, alle foglie di alloro e all’acqua, mescoliamo e copriamo. Lasciamo marinare per tutta la notte. Il giorno dopo le cipolle, grazie allo zucchero, avranno tirato fuori il loro liquido di vegetazione.

2. Cominciamo a cuocere la nostra confettura a fiamma media, con il coperchio, rimestando di tanto in tanto. Non appena comincerà a bollire, abbassiamo la fiamma, mettiamo un cucchiaio di legno tra la pentola e il coperchio, in modo da lasciare uno spiraglio, e lasciamo cuocere a fiamma dolce per 40/50 minuti circa mescolando spesso.

3. La consistenza finale dovrà essere meno densa della marmellata. Per capire se la nostra confettura di cipolle é pronta, versiamone un po’ in un piattino e aspettiamo una decina di secondi; se la confettura scivolerà via piuttosto lentamente é pronta. Diversamente, lasceremo cuocere per qualche altro minuto, facendo ancora la prova sul piattino, ma non prolunghiamo troppo i tempi di cottura indicati, altrimenti ci ritroveremo con una confettura caramellata e dura che non ne compromette l’ottimo sapore, ma non si può spalmare.

4. Riempiamo subito i vasetti già sterilizzati fino ad un centimetro dall’orlo (possiamo eliminare le foglie di alloro, ma io le lascio all’interno della confettura), chiudiamoli ermeticamente e capovolgiamoli per permettere la formazione del sottovuoto. Lasciamo riposare la confettura per una settimana, per dar modo ai sapori di maturare ed esprimersi al meglio.

                     

Scheda dati

Origine
Italia
Energia in Kcal (ogni 100 Gr.)
40
Acqua in Gr. (ogni 100 Gr.)
89,11
Proteine in Gr. (ogni 100 Gr.)
1,1

Riferimenti specifici

Revisione